Masmoudi e l’impero di marzapane

Sembra il titolo di un romanzo fantasy di ambientazione in stile “Le mille e una notte”. Invece è una storia vera che inizia più di 70 anni fa nel Paese dei gelsomini.

LA STORIA

Nel 1948 Moufida Masmoudi, originaria della città di Sfax, decide di trascorrere qualche giorno a Tunisi a casa della cugina. Quest’ultima non aveva figli e per passarsi il tempo preparava torte e dolci dalla mattina alla sera. In quella modesta cucina Moufida impara i ridumenti della pasticceria tradizionale. Il profumo di quelle delizie arriva fin dentro la corte del bey che vuole le due donne al suo servizio. Moufida ricorderà sempre come una festa quel periodo di apprendistato che le servì per carpire i segreti della baklava, dei kâak e degli altri raffinati dolci della tradizione vicino-orientale/ottomana. Ricorderà sempre con grande gioia di aver preparato la torta per il matrimonio del figlio del bey.

Una giovanissima Moufida Masmoudi

Qualche anno dopo torna nella sua città natale e nel 1957 sposa uno chef. La fama dei dolci di Moufida si diffonde in tutta Sfax, gli ordini si accumulano e la giovane donna inventa un nuovo mestiere per la Tunisia dell’epoca, perché tutti preparavano i dolci in casa ma a nessuno veniva in mente di andare a comprarli!

Nel 1972 apre la prima pasticceria che impiega 6 persone: mamma, papà e i quattro figli. Gli inizi sono stati difficili, fino a tarda sera svegli bevendo tazze di caffè per grattuggiare le noci a mano e poi andare a infornare i dolci dal fornaio del quartiere…
I figli tornavano da scuola, gettavano lo zaino per terra e iniziavano a impastare! Gli amici, anziché chiamarli per giocare a calcio li invitavano a casa per divertirsi tutti insieme a “pasticciare”.

Oggi l’impero Masmoudi conta centinaia di dipendenti ma può ancora dirsi “a conduzione familiare”: tre dei quattro figli (Rachouen, Ahmed e Khalil) sono responsabili rispettivamente delle risorse umane, del marketing e della finanza e sono loro che hanno preso in mano le redini dell’azienda nel 1992 per modernizzarla e avviare le procedure per ottenere le certificazioni e gli standard ISO richiesti nel settore. Nel 2006 inizia l’internazionalizzazione e il franchising anche all’estero.

La famiglia “imperiale” Masmoudi. In basso: Moufida. In alto: i quattro figli.
Il logo bianco e lilla mette in risalto i colori dei dolcetti.

Quando un giornalista di Jeune Afrique in un’intervista del 2012 chiede a Moufida del successo della sua azienda e menziona le cifre d’affari della maison, lei replica:

“I soldi? La famiglia e la qualità dei dolci sono le cose più importanti!”

Moufida non ha mai smesso di vivere nell’abitazione di Sfax dove è iniziato tutto, casa arredata con gusto e modestia, la cui cucina è stata trasformata in una boutique di lusso e prestigioso atelier di cucina.
Moufida Masmoudi ci lascia all’età di 80 anni nel 2018, il giorno di San Valentino.

L’AZIENDA

  • Oggi MASMOUDI: Pâtisserie fine fondée en 1972 à Sfax ha 29 punti vendita in franchising distribuiti su tre continenti: Africa, Europa e Asia! Per la precisione: 23 in Tunisia, 4 in Francia, 1 in Marocco e 1 in Arabia Saudita.
  • Effettuano consegne verso i Paesi arabi a partire dal sito web tunisino.
  • In Europa dal sito web francese
  • In Canada e negli Stati Uniti dal sito web canadese
  • La maison Masmoudi è stata la prima azienda del Maghreb a svilupparsi in franchising in Europa!
  • Nel 2003 entra nel Guinness World Records realizzando la più grande Baklava al mondo del peso di 1150 kg!

A nostro parere, il successo di Masmoudi risiede indubbiamente nella qualità degli ingredienti scelti e il modo in cui vengono presentati. Li abbiamo visti dal vivo e assaggiati. Sembrano dei bijoux!

Bijoux o pasticcini?

Inoltre, trova terreno favorevole in un Paese come la Tunisia perché nella cultura locale sono tante le occasioni di festa in cui si invitano centinaia di persone: cerimonie di circoncisione, fidanzamenti, matrimoni, nascite… E agli invitati qualcosa da gustare, oltre alla musica, si deve sempre offrire. E il finger food, come del resto sono i loro pasticcini, è perfetto per queste cerimonie!

Sembra peccato mangiarli!

Potete gustare varie gamme di pasticcini che reinventano la tradizione partendo da un ingrediente principe: mandorla e marzapane in primis, pistacchio, pinoli, datteri e altri ingredienti pregiati tipicamente mediterranei. Ma ci sono anche i truffles e i macarons. Gli aromi utilizzati da noi preferiti sono quelli della tradizione tunisina: gelsomino, rosa canina (nesri in dialetto tunisino), geranio odoroso, fiori d’arancio.

Tutta la loro pasticceria si può acquistare già confezionata o se vi recate in uno dei punti vendita potete scegliere dalla vetrina. Hanno anche creato negli anni una selezione esclusiva di prodotti del territorio di alta qualità, naturali e genuini, come sciroppi, miele, caffè, marmellate, succhi di frutta, burri vegetali pregiati (di arachidi, nocciole, mandorle).

I Kaak Warqa all’inconfondibile essenza di rosa canina.

Tutti i pasticcini sono in generale piccoli e vengono presentati in un packaging che ricorda i motivi geometrici delle decorazioni tradizionali arabe. I colori lilla e bianco del logo mettono in risalto i colori dei dolcetti.

Infine, volevamo segnalarvi questo interessante articolo in cui Ahmed Masmoudi spiega come l’e-commerce sia una grande opportunità per le imprese, racconta anche le difficoltà incontrate dall’azienda allo scoppio della crisi covid-19 e il modo in cui hanno prontamente reagito potenziando ancora di più l’e-commerce e la qualità della rete di distribuzione interna e all’estero.

I GUSTI DEI TUNISINI

In Tunisia Masmoudi e le altre maison simili hanno enorme successo perché tutta la frutta secca è già presente nella dieta quotidiana nazionale. Ad ogni angolo di strada trovate un chiosco che vende le noccioline appena grigliate ancora calde! Il mix più pregiato e caro è spesso detto “royal” e contiene anche anacardi, noci brasiliane e altra frutta secca importata e quindi più costosa.

E che dire della deliziosa Asida Zgougou, dolce tipicamente tunisino, preparato per il giorno del Moulid (la nascita del Profeta)?! Una particolarissima crema preparata a partire dai semi del pino di Aleppo e decorata rigorosamente con frutta secca! La “gara” tra le donne del quartiere è quella di fare l’Asida decorata nel modo più bello.

OLTRE MASMOUDI

Ci sono anche altre pasticcerie diffuse in tutto il Paese e fondate da donne che sono partite “da zero”.

LE NUOVE MESDAMES PÂTISSIÈRES

Una tendenza molto attuale in Tunisia (e non solo) è invece quella del cake design in occasione di compleanni, San Valentino, anniversari… In genere le cake designer hanno una pagina Facebook dove mettono le foto e il prezzo delle loro creazioni che si possono ordinare semplicemente mandando un messaggio privato.

SORPRESA PER TE!

Grazie per aver letto fino alla fine questo “gustoso” articolo del nostro blog. Ti meriti un regalo, caro lettore! Ecco una ricetta tunisina buonissima che qui si mangia a colazione: una crema a base di farina di Sorgo e idrolato di fiori di arancio, ingrediente molto amati in Tunisia. Il sorgo è il quinto cereale più diffuso al mondo.


CONTATTACI

Alba Services è uno studio di consulenza specializzato in soluzioni per ridurre i costi di produzione. Siamo il punto di riferimento per chi vuole intraprendere e creare valore con la Tunisia.

Sei un imprenditore o un professionista interessato a conoscere le opportunità che il Paese dei gelsomini ha in serbo per te? Compila il modulo qui sotto per contattarci e prenotare la tua ALBA-SESSION | consulenza online di 60 minuti, gratuita e senza impegno. Sarai ricontattato dal nostro team nel giro di 48 ore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...